DIVINIZZAZIONE

DIVINIZZAZIONE

DIVINIZZAZIONE
divinizzato
La relazione con Dio e le sue fasi:
1- consolazione:
È una grande gioia, poter riposare sicuri nelle braccia di Dio, quando la Sua Parola, diventa consolazione!
Noi siamo un progetto d’amore di Dio.
Cioè siamo stati creati non per assecondare un bisogno di Dio, ma unicamente, perché Dio vuole trasmettere la ricchezza della sua felicità in noi.
Insomma, Dio non ha bisogno di nulla, e sente invece il bisogno di donarsi nella giustizia e nella libertà.
Tuttavia, per tutta questa Creazione e Redenzione (perfetta immolazione del Cristo), Dio da noi si aspetta qualcosa: La riflessione del suo stesso AMORE, come atto di gratitudine.
Cosa tu puoi dare a chi è perfetto?
Solo la lode e la adorazione!
Queste sono una FORMA SUBLIME di RICONOSCENZA, GRATITUDINE ED AFFETTO.
Chiunque le vive ora, fa l’esperienza che una fetta di Paradiso, che scende subito nel suo cuore.
Chi vuole fare questa esperienza provi a lodare Dio per 15 minuti.

2- relazione:
Per questo, se avremo il giusto atteggiamento, Dio non ci farà aspettare neanche 30 secondi, per incominciare ad avere una relazione con noi.
Infatti, nella Creazione e nella Redenzione JHWH – Dio, ci ha dimostrato l’intensità del Suo AMORE.
Ma adesso, sorge un enorme problema, in questo bisogno di relazione di Dio:
1- o JHWH deve ridursi e degradarsi per venire al nostro livello;
2- o JHWH deve elevarci al suo livello.
Certamente, Dio ha scelto di elevarci al livello della sua dignità!

3- uguaglianza:

Perché non ci può essere vera relazione di amore, se non c’è uguaglianza, allora se Dio vuole questa relazione fondata sull’amore, in qualche modo deve trovare una uguaglianza con noi. Questo veramente senza l’opera di Cristo è una cosa impossibile.
Ma dobbiamo partire da quale realtà!
Osservando la sua: infinita intransigenza, assoluta santità e perfezione nel bene, unita alle esigenze della Sua infinita giustizia.
Capiamo che Lui, chiaramente, non è proporzionato per avere una relazione con noi!

Dio, non può fare nulla di ingiusto e noi, non possiamo avere comunione con Lui, nella nostra natura umana.
Ma Cristo ci ha dotati di una natura divina, e noi effettivamente possiamo chiamare Dio: abbà!

La Bibbia dice chiaramente che: “Dio vede peccati (imperfezioni o omissioni) negli angeli” e che “il giusto (l’uomo più perfetto) pecca sette volte al giorno”.
Bisogna considerare che non ci può essere alcuna possibilità, neanche teorica, di poter considerare una relazione con Dio.

La soluzione è stata trovata solamente in Cristo:
per compiere l’opera della Redenzione, Cristo ha avuto bisogno di tre requisiti:
1- è vero uomo, per rendersi colpevole al posto nostro, quale nostro rappresentante.
2- è veramente Dio, per soddisfare la infinita giustizia del Padre, offesa dal peccato dell’uomo, che non essendo infinito rimarrà in una condizione di insolvenza perpetua.
3- è innocente, non avendo mai commesso un peccato in 37 anni di vita.

Allora Cristo, da solo e gratuitamente, ha compiuto in maniera perfetta non solo la nostra Redenzione, non solo la nostra riconciliazione con Dio, ma anche la nostra assimilazione alla stessa natura di Dio.

Ma la situazione di Adamo, quale creatura perfetta, non poteva più bastare. Perché dove ha abbondato il peccato era necessario che sovrabbondasse la grazia.

Allora, è Dio Trinità che in Cristo dona totalmente se stesso, facendo superare la situazione di grazia e purezza che furono di Adamo, nel paradiso terrestre.
A noi, basta solo credere in Cristo e nella sua opera, a noi basta prendere in fede la nostra posizione nei confronti di Dio e poi essere in Cristo, per essere Cristo oggi nel mondo.

Ma questa posizione e questo essere Cristo rimane qualcosa di una tale che ognuno di noi prenderà, quello che potrà la sua misura di fede.

Allora, in Cristo, come VERI figli di Dio, possiamo avere l’accesso al Padre.
che ci vede rivestiti di Cristo, e quindi rivestiti di ogni perfezione infinita, siamo per lui totalmente accettati.

Dio ci vede infinitamente perfetti e suoi legittimi rappresentanti, divenendo in noi stessi e per il mondo la giustizia di Dio, allora, tocca a noi giudicare e dominare il mondo e le opere del mondo.

Possiamo andare nella sala del trono e li trovare la nostra posizione eterna, possiamo andare dove gli angeli non possono”.
Possiamo sederci sulle ginocchia del Padre e possiamo farci – come piccoli bimbi – accarezzare i capelli.

Lui, il Padre, non è maschio è purissimo spirito!
Lui, essendo amore perfetto e quindi amore di padre è anche amore di madre!

Chi ha questa fede, come San Paolo, può dire:
“Non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me!”

Questo è proprio vero, perché:
1- ho creduto in Cristo e nella Sua opera!
2- mi sono nutrito di Cristo!
3- ho ricevuto il suo Spirito Santo, che grida: “Abba, Padre!”
4- sono battezzato nella sua morte e resurrezione e quindi sono “nato di nuovo” nella vita del Figlio di Dio, ovvero di Cristo Gesù nostro Signore.

Così ora, vivo effettivamente e fisicamente, in due luoghi contemporaneamente:
● su questo pianeta
● nei luoghi celesti.

Se io con tutto il mio essere sono già nei luoghi celesti dove non c’è imperfezione, allora non c’è nessuna malattia o morte o necessità che mi può dominare, e se io mi mantengo fermo in questa fede ancorata e purificata continuamente dalla abbondante Parola di Dio, io devo regnare anche adesso.
Infatti è scritto, che tutte le potenze (anche quelle politiche), ora si DEVONO sottomettere, loro malgrado, alla Signoria di Cristo, che siede sul Trono.
I cristiani, oggi invece: soffrono, piangono e subiscono di tutto, perché l’eresia del modernismo chiude la porta del Regno e dei tesori della sua potenza, agli uomini.
E gli uomini, resi increduli da questi falsi maestri, padroni della religione, non si attribuiscono quelle ricchezze che Cristo ha messo a loro disposizione.
Nessuno ha insegnato loro, come prendere queste ricchezze dai luoghi celesti, e come potrebbero loro, che non hanno il discernimento degli spiriti?

Chi sa, credere veramente, per fede pura e arida, come me, che fin d’ora, in senso assoluto e quindi anche fisicamente o economicamente possono camminare sulla terra, come in cielo perfettamente:
1.perdonati
2.purificati
3.rinnovati
4.santificati
5.trasfigurati
6.guariti
7.liberati
8.ricchi
9.vittoriosi
10.trionfanti
11.glorificati
12.divinizzati

Un momento, non è per caso che qualche cristiano, pensa alla maniera dei Testimoni di Geova, che non possono ammettere che JHWH abbia un Figlio?
Un momento: non è per caso che qualche cristiano pensa di essere Figlio di Dio alla stessa maniera in cui pensa pure una signora di mia conoscenza, che chiama il cane “figlio mio”?
No? Perché a questi cristiani modernisti sballati io vorrei chiedere:
Ma per voi, che significa essere Figli di Dio?
La cosa che più mi fa rabbia dei Testimoni di Geova è quella che lo spirito demonico di Geova che li tiene, come ogni spirito demonico di religione che tiene molti religiosi e cristiani compresi, ovvero uno spirito di controllo e schiavitù, comunque non impedirà loro il Paradiso, perché in fondo chi può negare che le persone religiose siano delle brave persone (se lo sono veramente).
Ma lo spirito di religione blocca le menti e tiene le persone religiose in genere in uno stato ipnotico, al punto che impedirà la comprensione di questo semplicissimo discorso, in ordine all’opera della Redenzione.
Molti dimenticano che Dio:
— non vuole la religione, ma la relazione;
— non vuole la credenza, ma la fede.
Quanti preti non sanno e non insegnano il VERO Fondamento del Cristianesimo che è stato custodito da tutti i concili dogmatici fino ad oggi (visto che il Concilio Vaticano II, che non va disconosciuto, è stato solo un Concilio Pastorale che nulla ha aggiunto alla fede).
Ma la nostra fede è minacciata radicalmente dai filosofi nichilisti di cui questi pensatori sono imbevuti.
Angolo dell’umorismo:
“sapete perché sono sempre felice? Perché non ho il tempo per piangere!”
by lorenzo scarola

deified

DIVINIZZAZIONE
deified
The relationship with God and his/her phases:
1 – consolation:
Be a great joy, to be able to rest sure in the braccias of God, when Your Word, become consolation!
We are a project of love of God.
We have been created not that is for favoring a need of God, but entirely, because God wants to radio the wealth of Your happiness in us.
In short, God doesn’t need nothing, and you/he/she feels the need to give him in the justice and in the liberty instead.
Nevertheless, for this whole Creation and Redemption (perfect immolation of the Christ), God from us is waited for something: The reflection of Your same Love as meeting record of gratitude.
Thing you can give to whom is perfect?
Only the praise and the adoration!
These are a Sublime Form of Thankfulness, Gratitude And Affection.
Whoever the alive ones hourly, ago the experience that a slice of Heaven, that immediately goes down in Your heart.
Who wants to have this experience you try to praise God for 15 minutes.

2 – relationship:
For this, if we will have the correct attitude, God won’t make us even wait for 30 seconds to begin to have a relationship with us.
In fact, in the Creation and in the Redemption JHWH. God, has shown us the intensity of Your Love.
But now, an enormous problem rises, in this need of relationship of God:
1 – or JHWH must be reduced and to degrade for coming to our level;
2 – or JHWH must raise us to Your level.
God has certainly, chosen to raise us to the level of Your dignity!

3 – equality:

Because there can be no true relationship of love, if there is no equality, then if God wants this relationship founded upon the love, somehow you/he/she must find an equality with us. This really without the work of Christ it is an impossible thing.
But must depart from what reality!
Observing Your: endless intolerance, indefeasible holiness and perfection in the good, united to the demands of Your endless justice.
Let’s understand that He, clearly is not proportionate to have a relationship with us!

God, cannot do nothing unfair and us, we cannot have communion with Him, in our human nature.
But Christ has us endowed with a divine nature and us indeed we can call God: abbà!

The Bible clearly says that: “God sees sins (imperfections or non-acts) in the angels” and that “the correct (the most perfect man) fault seven times a day.”
It needs to consider that there can be no possibility, even theoretical, to be able to consider a relationship with God.

The solution has only been found in Christ:
to complete the work of the Redemption, Christ has needed three requirements:
1 – it is true man, to become guilty to our place, what our representative.
2 – it is really God, to satisfy the endless justice of his/her/their Father, offended by the sin of the man, that not being endless will remain in a condition of perpetual insolvency.
3 – it is not guilty, having never committed a sin in 37 years of lifetime.

Then Christ, alone and free you/he/she has not only completed in perfect way our Redemption, not only our reconciliation with God, but also our assimilation to the same nature of God.

But Adamo’s situation, what perfect creature, could not be enough anymore. Because where the sin has abounded it was necessary that the pardon superabounded.

Well, it is God Trinità that in Christ totally himself gives, making to overcome the situation of pardon and fineness that were of Adamo in the earthly heaven.
To us, enough only to believe in Christ and in Your work, to us all it takes is taking in faith our position towards God and then to be in Christ to be Christ in the world today.

But this position and this being Christ remains something of a man that each of us he/she will take, what its measure of faith will be able.

Well, in Christ as True children of God, we can have the logging to his/her/their Father.
what he/she sees dresses again us of Christ, and therefore dressed again of every endless perfection, we are totally for him approved.

God infinitely sees us perfect and his/her congeable representatives, becoming in ourselves and for the world the justice of God, then you/he/she touches to us to judge, and to dominate the world and the works of the world.

We can go in the room of the throne and them to find our eternal position, we can go where the angels are not able.”
We can take a seat on the knees of his/her/their Father and we are able it stuffed – as small babies – to stroke the hair.

Him, his/her Father, is not male is pure spirit!
Him, being perfect love and therefore love of father is also love of mother!

Who has this faith as San Paul, you/he/she can say:
“I am not me anymore how alive, but Christ lives in me!”

This is really true, because:
1 – have believed in Christ and in Your work!
2 – I have fed of Christ!
3 – I have received Your Spirit Saint, that cries: “Abba, Father!”
4 – I/you/they are baptized in Your death and resurrezione and therefore I am “been born again” in the lifetime of the Child of God, or of Christ Gesù our Lord.

So hourly, alive indeed and physically, in two places contemporarily:
. on this planet
. in the celestial places.

If I with everything of my being am already in the celestial places where imperfection there is not, there is not then any illness or death or necessity that you/he/she can dominate me, and if I sustain me detention without charge in this anchored faith and purified continually from the abundant Word of God, I must reign now also.
In fact you/he/she is written, that all the powers (also those politics), must be subdued hourly, them despite, to the Seignory of Christ, that sits on the Throne.
The Christians, today instead: they suffer, they cry and they suffer of everything, because the heresy of the modernism closes the gate of the Kingdom and the treasures of its power to the men.
And the men, made incredulous by these forgeries teachers, masters of the religion, those wealths are not attributed that Christ has put to them disposition.
Has nobody taught them, as to take these wealths from the celestial places, and as they would be able them, that don’t have the discernment of the spirits?

Who knows, to believe really, for pure and arid faith as me, that since, in indefeasible sense and therefore also physically or economically you/they can walk on the earth, as in sky perfectly:
1.forgiven
2.purified
3.renewed
4.sanctified
5.transfigured
6.recovered
7.unlocked
8.rich
9.victorious
10.triumphant
11.glorified
12.deified

A moment, is not by chance that some Christian, thinks about the way of the Lay witnesses of Jehovah, that you/they cannot admit that JHWH has a Child?
A moment: it is not by chance that some Christian thinks about being Child of God to the same way according to which a lady of my knowledge also thinks, that calls the dog “my child?”
No? Because to these Christians unbalanced modernists I would want to ask:
But for you, that it means to be Children of God?
The thing that more it makes me anger of the Lay witnesses of Jehovah it is that that the demonic spirit of Jehovah that holds them, as every demonic spirit of religion that holds many religious and inclusive Christians or a spirit of follow-up and slavery, won’t prevent however them the Heaven, because after all who can deny that the religious people are of the good people (if I am him/it really).
But the spirit of religion stops the minds and generally holds the religious people in a hypnotic state, to the pixel that will prevent the understanding of this simple discourse, in order to the work of the Redemption.
Many forget that God:
— he/she doesn’t want the religion but the relationship;
— he/she doesn’t want the belief but the faith.
How many priests don’t know and don’t teach the True Base of the Christianity that has been guarded by all the dogmatic councils thin to today (considering that the Council Vatican II, that must not be bastardized, you/he/she has been only a Pastoral Council that nothing has added to the faith).
But our faith is threatened radically from the nihilistic philosophers of whom these thinkers are soaked.
Angle of the humor:
“you know why I/you/they am always happy? Because I don’t have the time to cry!”
by lorenzo scarola

DIVINIZZAZIONEultima modifica: 2009-10-06T17:42:00+02:00da lorenzojhwh
Reposta per primo quest’articolo